L'uno eterno e l'eterno amore di Dante: principio metodico e protologico della Divina commedia, Zväzok 3

Predný obal
Tip. del R. istituto sordo-muti, 1892
 

Čo hovoria ostatní - Napísať recenziu

Na obvyklých miestach sme nenašli žiadne recenzie.

Zvolené strany

Iné vydania - Zobraziť všetky

Časté výrazy a frázy

Populárne pasáže

Strana 188 - Nel suo profondo vidi che s'interna legato con amore in un volume, ciò che per l'universo si squaderna; sustanze e accidenti e lor costume, quasi conflati insieme, per tal modo che ciò ch'i
Strana 186 - O Luce eterna, che sola in te sidi, Sola t'intendi, e da te intelletta Ed intendente te ami ed arridi!
Strana 72 - DECIMO-TERZO 1M on era ancor di là Nesso arrivato, Quando noi ci mettemmo per un bosco, Che da nessun sentiero era segnato. Non frondi verdi, ma di color fosco, Non rami schietti, ma nodosi e involti, * Non pomi v
Strana 189 - La contingenza, che fuor del quaderno Della vostra materia non si stende, Tutta è dipinta nel cospetto eterno ; Necessità però quindi non prende, Se non come dal viso, in che si specchia, Nave che per corrente giù discende. Da indi, sì come viene ad orecchia Dolce armonia da organo, mi viene A vista il tempo che ti s
Strana 180 - Ciò che non muore e ciò che può morire, Non è se non splendor di quella Idea Che partorisce, amando, il nostro Sire; Chè quella viva Luce che si mea 55 Dal suo Lucente, che non si disuna Da lui, nè dall...
Strana 48 - Quell' uno e due e tre che sempre vive, E regna sempre in tre e due ed uno...
Strana 43 - Cocito tutto s' aggelava : Con sei occhi piangeva, e per tre menti Gocciava il pianto e sanguinosa bava. Da ogni bocca dirompea coi denti Un peccatore, a guisa di maciulla, Sì che tre ne facea così dolenti. A quel dinanzi il mordere era nulla, Verso il graffiar, che tal volta la schiena Rimanea della pelle tutta brulla.
Strana 39 - PER me si va nella città dolente, Per me si va nell' eterno dolore, Per me si va tra la perduta gente. Giustizia mosse il mio alto fattore : Fecemi la divina potestate, La somma sapienza e il primo amore.
Strana 80 - È chi, per esser suo vicin soppresso, Spera eccellenza, e sol per questo brama Ch' el sia di sua grandezza in basso messo. È chi podere, grazia, onore, e fama Teme di perder perch...
Strana 31 - ngegno tuo da quel ch' ei suole ; Ovver la mente dove altrove mira? Non ti rimembra di quelle parole, Con le quai la tua Etica pertratta Le tre disposizion, che '1 Ciel non vuole : Incontinenza, malizia, e la matta Bestialitade?

Bibliografické informácie